GIANNI DI PANGRAZIO NON PUO' FARE IL DIRIGENTE DELLA PROVINCIA

GIANNI DI PANGRAZIO NON PUO' FARE IL DIRIGENTE DELLA PROVINCIA

Pubblicato da Redazione Antenna 2 il giorno 30-11-2017   17:15:18
Glass Banne lungo

AVEZZANO - Il giudice del lavoro boccia Gianni Di Pangrazio: non può fare il dirigente della Provincia con deleghe gestionali.
Così Alberto Lamorgere, vice presidente della Provincia di L'Aquila: soddisfazione per il rigetto del ricorso di Di Pangrazio, l'incarico avuto dalla Provincia è fiduciario e non prevede deleghe gestionali. Avremmo preferito non rilasciare commenti sull'ordinanza con cui il giudice del lavoro, Giuseppe Giordano, ha rigettato il ricorso presentato dall'ex sindaco Giovanni Di Pangrazio nella sua qualità di dirigente di ruolo dell'amministrazione provinciale di L'Aquila, ma riteniamo doveroso ribadire alcuni concetti".  Alberto Lamorgese, vice presidente della Provincia di L'Aquila, ci tiene a motivare la posizione dell'Ente provincia, che si era costituita in giudizio chiedendo ed ottenendo il rigetto del ricorso dell'ex sindaco. "Il giudice ha rigettato il ricorso presentato da Di Pangrazio, ribadendo, con chiarezza, i principi sanciti dalla legge Severino, tesi a prevenire possibili conflitti di interesse tra carica politica e incarico dirigenziale per garantire l’imparzialità, la trasparenza ed il buon andamento della attività amministrativa. Il ruolo che attualmente riveste in Provincia l'ex sindaco, pertanto, è un mero ruolo di staff conferitogli sulla base di un rapporto fiduciario con il presidente Caruso e senza alcuna delega gestionale"